Settoplastica o rinoplastica: quale scegliere?

Settoplastica o rinoplastica: quale scegliere?

volto di donna su background scuro con cerotto sul naso
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su pinterest

Tabella dei Contenuti

L’intervento al naso è una fra le operazioni di chirurgia plastica più eseguite.

Non è sorprendente, d’altronde il naso serve per una funziona vitale come respirare, controllare il flusso d’aria, e si trova proprio nel bel mezzo del viso.

Esistono diversi tipi d chirurgia al naso, le due più comuni sono:

  • settoplastica (si focalizza sulle anormalità interne)
  • rinoplastica (si focalizza sull’aspetto esteriore del naso)

In molte situazioni le irregolarità esterne possono essere causate da problemi interni, ecco perché i due interventi possono essere collegati.

Di quale potresti aver bisogno tu?
Vediamo le differenze fra questi due tipi di intervento.


Settoplastica

Il setto separa le due cavità nasali, dà supporto alla struttura del naso e gioca un ruolo fondamentale nel smistare i flussi d’aria.

La cartilagine e il sottile osso del setto a volte sono storti, solitamente si parla di setto deviato, che può essere dovuto a una lesione o a un difetto della nascita.

Un setto nasale deviato può causare:

  • mal di testa
  • costante sensazione di naso tappato
  • apnea del sonno
  • difficoltà respiratorie
  • russare

Vi sono persone che ci convivono tutta una vita senza mai accusare particolari problemi mentre altre persone ne soffrono particolarmente.
Se il setto nasale deviato diventa causa di frustrazione perché rende difficile la respirazione durante il giorno e dormire durante la notte, potrebbe essere necessaria una settoplastica.

Durante questo intervento il chirurgo incide la mucosa nasale, il tessuto che copre il setto e i passaggi nasali.
L’incisione divide la mucosa dalla cartilagine e dall’osso del setto, il quale viene raddrizzato oppure viene tolta della cartilagine, poi riporta la cartilagine nel suo posto originale.

Esempio di setto nasale deviato


Rinoplastica

Se non piace l’aspetto esteriore del naso si può ricorrere a una rinoplastica.

I motivi per i quali i pazienti ricorrono a rinoplastica sono molteplici: per sbarazzarsi di una gobba, per raddrizzare il naso, per renderlo più piatto o più piccolo.

L’intervento al naso è uno dei più complessi in viso, un chirurgo plastico deve tenere di conto tutti gli elementi del viso e portare a termine un lavoro in conformità con la forma della faccia.

Per una rinoplastica di successo è importantissimo assicurarsi che il paziente e il medico siano sulla stessa lunghezza d’onda e abbiano la stessa idea di modifica del naso, quindi l’ascolto è una parte fondamentale antecedente all’intervento.


Cosa hanno in comune settoplastica e rinoplastica?

In entrambi casi è richiesta l’anestesia, locale o generale.

I due trattamenti possono essere svolti insieme in un’unica procedura chiamata settorinoplastica durante la quale il chirurgo corregge il setto nasale deviato e i difetti fisici del naso.

Iscriviti alla nostra newsletter
Iscriviti e rimani aggiornato su tutti i servizi del Centro Esculapio Lucca

Potresti trovare interessanti anche:

Condividi il post:

Condividi su facebook
Condividi su google
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Contatto rapido

Orari del centro